Imprenditore sdegnato: Venute a colloquio Soltanto 4 Persone su 17 Posti Disponibili

Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Su 17 posti disponibili, in due mesi e mezzo abbiamo assunto soltanto 4 nuove persone”: sono le parole di Angelo Fanale, fondatore di una società laziale. Un ente non da poco: tra i tanti lavori giornalistici che fanno in società, stampano le copie cartacee di “Il codice Da Vinci”.

Sciaguratamente, nonostante la retribuzione sia sopra la media, nessuno viene a colloquio. Per di più spiega: “rallenta il nostro piano investimenti e tiene ferma una rotativa di 5 milioni d’euro annui”. E aggiunge: “siamo un’azienda abbastanza conosciuta, il pagamento è buono ed oscilla tra i 1.500 e i 1.800 euro mensili a seconda delle capacità. Non riesco a spiegarmi quale possa essere la ragione.

Fanale ammette di averle provate tutte: “dalle agenzie interinali, agli annunci, al passaparola, compreso le chiamate dirette fatte dal nostro direttore del privato, a chi aveva lavorato con noi per poche settimane. Parecchi ci hanno detto che erano impegnati, altri che non amano lavorare con turni”.

Un’amarezza che si trasforma in sdegno dell’imprenditore: “Mi domando quale paese si possa lamentare della disoccupazione se poi in pochissimi vogliono lavorare”.


Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
loading...