In manette un tassista che ha richiesto ad una studentessa “favori” sessuali perché non aveva contanti con se

Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Occhio per occhio, dente per dente. Pensavo che nei video pornografici di Fake Taxi c’era un fondo di verità”, quindi le ho cortesemente proposto in cambio della corsa uno scambio di favori. P. Mario, tassista laziale, ha offerto la tratta “gratis” se la ragazza si sarebbe concessa sessualmente.

Entrambi vittima di un fraintendimento: L.V. non avendo soldi in borsa, ha chiesto al tassista se fosse possibile trovare una soluzione alternativa. Il pilota ha fatto quindi la sua proposta.

Ma, L.V. si è terribilmente offesa, scendendo dal veicolo urlando e gridando con voce altissima: “Sei un porco!”. A distanza di due settimane dall’accaduto, ha ripensato: “Magari mi sono espressa male ma non puoi pensare ed addirittura chiedere ad un passeggero queste cose. Soprattutto se sei a lavoro. Vergogna! Una volta a casa, avrei fatto in modo di fargli recapitare i soldi”.


Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
loading...