Sonnambulo sveglia i vicini credendosi Umberto Smaila

Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

AVELLINO – Il sonnambulismo colpisce in media tre italiani su quattro almeno una volta nella vita.  C’è chi parla nel sonno, chi si siede sul bordo del letto, chi scappa dalla finestra e alla fine c’è lui, Andrea Cremona, che di notte si tramuta in Umberto Smaila.

Ad accorgersi del suo strano sonnambulismo è stata la fidanzata, la soubrette e cantante partenopea Alessandra Nicastro, che durante uno dei “concerti notturni” tenuti dal fidanzato sonnambulo, ha riconosciuto la canzone “Maracaibo“, uno dei cavalli di battaglia di Umberto Smaila durante i suoi concerti.

Colpo grosso a casa Cremona

Oltre a cantare tutta la notte, svegliando così i vicini, il nostro amico sonnambulo improvvisa pure delle puntate di Colpo Grosso, una delle migliori trasmissioni televisive di sempre, condotta ovviamente dal grandissimo Umberto Smaila. Sonnambulo Crede di essere Smaila

Certe notti trovo Andrea in mezzo alla stanza mentre sogna di lanciare la sigla di colpo grosso. Ha sempre il sorriso sulle labbra, non me la sento di svegliarlo quando è così.

Riferisce la fidanzata ai nostri microfoni. Alla domanda “Andrea è mai pericoloso durante questi suoi sogni?”, la ragazza ha risposto:

Di solito no, tranne quella volta che mi si è avvicinato nel sonno e mi ha messo un braccio attorno al collo gridando “dai Jerry, spariamocene un’altra e andiamo a castigare quelle cagne! Sbocciala cazzo, SBOCCIALA, che di là ci sta pure Magalli con due troioni che ci vogliono conoscere!…MARACAIBO BALLA AL BARRACUDA, TOGLI LA CINTURA ZAM ZAM! EEEEH MEO AMIGO CHARLIE BRAUN OOOOHOHO…”. Ecco, quella volta mi ha fatto spaventare, anche perché a cena avevamo bevuto un poco e il suo alito puzzava di Amaro del Capo.

Una strana storia insomma, che si sicuro avrà infastidito la vecchietta del piano di sotto ma che a noi fa scappare solo un grande sorriso.


Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
loading...